PROGETTO DI UNA VILLETTA IN COLLINA

Una villetta che dall’esterno sembra tradizionale.
L’abitazione si sviluppa su un unico livello con seminterrato e possibilità di mansarda. Un ambiente abbastanza ampio da poter realizzare una cucina che si sviluppa con penisola e si apre fino al living.
Dimensioni ideali per una famiglia, nè troppi nè pochi, abbastanza per garantire ad ognuno il suo spazio.

Ovviamente, trattandosi di una ristrutturazione, si inizia con la pavimentazione.
Ho pensato di mettere il gres porcellanato effetto legno.
Questo prodotto permette di caratterizzare l’interno dell’abitazione con finiture che riproducono le caratteristiche tattile e visive del legno, intriganti e resistenti.
In questo caso il colore scelto è l’acero una tonalità chiara per poter esaltare tutto quello che andrà sopra.
Infatti la cucina è stata realizzata in fenix grigio londra.

La padrona di casa non desiderava le colonne alte, quindi ho organizzato tutto per averle con altezza 1,40.
Si parte con colonna tutto a giorno, poi frigo da incasso, dispensa, colonna forno e per finire colonna con congelatore incassato.
Di fronte la penisola che diventa la vera protagonista di questa stanza si sviluppa in lunghezza mt 2,70 e profondità di 120.

Sul livello superiore c’è la cappa d’arredamento con prestazioni eccellenti, ottima capacità di captazione fumi con range di aspirazione tra 600 e 700 metricubi e con rumosità tra 60 e 65 db (A) alla massima velocità.
Dalla penisola si prolungano le basi sospese dove poggia il piano che fa da tavolo da pranzo.
Tutto in colore monocromatico, caratterizzato dal rivestimento con
effetto cementina serie QUILT, formato 20×20, disponibile nei colori Black e White e con numerosi decori.
I decori possono avere differenti soggetti.

In corrispondenza dell’isola ho sistemato dei pensili con ante a vetro, struttura in grigio londra e telaio vetrina in finitura ghisa, il tutto completato dai vari complementi d’arredo.

Un’ applique con design industriale per ricreare un effetto in stile laboratorio e realizzare un connubbio con il moderno,design unico e intramontabile.

La poltroncina anni 50 ha un design molto morbido avvolgente, è caratterizzata da uno schienale piuttosto alto e riccamente imbottito.
Ha piedi in legno, lo stesso della struttura interna, per conferire maggiore resistenza ed è rivestita con tessuto di cotone molto resistente.

Infine ho voluto inserire uno sgabello modello Thonet, che ha avuto la geniale intuizione di piegare il faggio col vapore e disegnare con il legno motivi decorativi di impareggiabile bellezza, capaci di rendere seducenti ed unici gli oggetti di uso quotidiano.

Il living prosegue sempre con la pavimentazione in gres, dove l’ambiente è stato suddiviso in angolo conversazione.
Ho inserito un imbottito ad angolo in tessuto grigio melange con cuscini 45×45 in grigio scuro e colore castoro, al centro un pouf quadrato sempre realizzato come il divano ed un grande tappeto chiaro con striature in nero.

Dal soffitto scendono le sospensioni in ferro che illuminano, in maniera discreta, la zona relax.

La parete è realizzata con una pittura in resina a malta spatolata, dotata di finitura opaca che dona un design accattivante, moderno e di grande naturalezza.
Il rivestimento fa spessore e diventa molto resistente ed è realizzato senza fughe e giunzioni.

Ho separato lateralmente questa zona con una quinta di pilastrini in legno di rovere dove ho creato l’angolo lettura, riservato a chi vuole dedicarsi quanche ora in tranquilità.
Ho completato la zona relax con una poltrona con struttura in ghisa, imbottita a losanghe in canapone marrone scuro e l’ho accompagnata dal suo pouf.
Nell’angolo una piantana che lo illumina tutto e al soffitto dei faretti per avere più luce quando serve.

Di fronte ho posizionato la parete attrezzata, con elementi appoggiati a terra dove ho messo la tv che si può orientare.

Vicino alla parete attrezzata ho accostato l’elemeto a giorno in finitura rovere naturale.

Per avere un ambiente più caldo e famigliare ho utilizzato finiture laccate in grigio Londra, grigio chiaro e un tocco di rovere naturale.
Questa scelta dona un gradevole accordo in tutto l’open space.