VILLETTA A DUE PIANI PER UNA FAMIGLIA

Premettendo che la padrona di casa non voleva assolutamente dei richiami in legno, sono partita da una pavimentazione color tortora di grande formato e sono dovuta scendere a compromessi con le finiture.

Nella camera da letto, stanza stretta e lunga, da una parte ho creato una cabina armadio a tutta altezza di colore bianco, con cassettiera esterna per poter avere a portata di mano tutto quello che occorre, con specchio centrale per ingrandire lo spazio e chiusa da due porte in vetro dove, al centro, c’è la nicchia per il televisore.

Da come si vede sulle foto, per dare colore ho scelto due nuances di carta da parati, una unica tinta che riprende il colore e l’altra in ramages floreale.

Ho fatto la scelta di mettere la carta da parati per avere diversi vantaggi, perché diventa un’alternativa interessantissima alla tinteggiatura e dona anche un aspetto estetico originale.
Ho pensato di applicarla solo in questa parete per farla diventare protagonista dell’ arredo.
La carta da parati ha il vantaggio di essere lavabile e di rendere invisibile qualche difetto della parete, offrendo quindi una soluzione per molti inestetismi

Ho scelto un letto con testata e giroletto rivestita in ecopelle bianca con profilo tortora, per avere un collegamento con la parete tortora.

Per quanto riguarda i comodini, da una parte ho messo un tavolino con pianetto apribile in finitura laccato bianco e dall’altra un comodino scomposto formato da un modulo in laccato bianco di cm 90, sollevato da terra con piedi in metacrilato trasparente e, sopra ad esso, un altro elemento posizionato di sbieco in finitura cacao.
Tutto questo per dare all’arredamento di questa stanza un carattere che rispecchia a perfezione la padrona di casa.

La cameretta del bambino l’ho resa pratica, con finiture in laminato e con colori abbinati ad hoc.
Ho studiato il tutto per permettere al bambino di entrare nel suo regno dove può giocare e studiare liberamente in tutta sicurezza.
I materiali che ho selezionato sono certificati ed adatti a salvaguardare la sua salute.

Al piano di sotto ho arredato l’ingresso in maniera molto semplice, con uno scrittoio in vetro per far risaltare la polroncina e la libreria appoggiata alla parete per non rendere troppo pesante tutto questo contesto.

Vicino all’ingresso ho messo un grande divano angolare rivestito in azzurro, che diventa un contrasto raffinato con il pavimento in colore tortora.

Di fronte ho scelto una parete attrezzata sollevata da terra, per dare sia la possibilità di pulire al di sotto sia un elemento leggero.
Questa è rifinita con degli elementi in altezza di 36cm, dove ho posizionato un televisore di 50 pollici.
Ho reso la parete dinamica posizionando dei bussolotti in laccato bianco con elemento in ruggine scuro, che diventano contenitori.

Il tavolo da pranzo l’ho scelto importante, con struttura in ferro colore ghisa, piano in cemento è l’ho contornato da sei sedie finite in ecopelle tortora

Da un lato si trova la madia che riprende le finiture del tavolo, sempre sollevata da terra, quindi sospesa

Infine, in fondo alla stanza, si sviluppa la cucina con le colonne realizzate in finitura pet laminato bianco, gola e zoccolo bianco.
La penisola è formata da uno sviluppo di profondità di 120 e una lunghezza di 3 mt, dove la padrona di casa ha tutto l’occorrente per avere una cucina ben organizzata: zona lavaggio con lavastoviglie vicino e zona cottura con piano a induzione.
Dalla parte opposta, invece, si trova uno sviluppo di due basi da cm 120 e una base da cm 60.
Tutto il blocco delle ante è finito in fenix antracite come pure il tope.
La parete è rifinita in resina dove spiccano i pensili in pet bianco.